Tag

, , , , ,

Le mie ricerche sull’home staging mi portano a leggere articoli pubblicati sia in America, dov’è nato grazie all’Agente Immobiliare Barb Schwartz, che in altri paesi europei, dove si è diffuso.
Tra i tanti ho trovato particolarmente interessante “Why empty homes don’t sell” (1).
Perché le case vuote non si vendono; un argomento trattato più volte ma sempre attuale a giudicare dalle fotografie che si vedono pubblicate sui vari siti e portali immobiliari.

L’articolo parte dal fatto che spesso gli annunci immobiliari postati dalle agenzie sono corredati da tante fotografie di stanze vuote e che quello che normalmente si fa in questi casi è continuare a scorrerle senza soffermarsi e senza approfondire la descrizione.
Perché?
Perché tutti hanno lo stesso aspetto, sono privi di un qualche stile e sono privi di emozioni.

L’articolo in 4 punti mette in evidenza, per il mercato dal punto di vista del potenziale acquirente, le difficoltà di un immobile vuoto e i punti di forza di uno che invece è stato valorizzato ed allestito (staged).
1 – Una proprietà vuota suscita poco interesse e fa sì che i potenziali acquirenti trovino molte imperfezioni. Il vuoto tende ad amplificare i pensieri negativi.
2 – In una casa vuota si fatica a comprendere la destinazione d’uso dei vari ambienti, mentre una staged suggerisce come lo spazio può essere utilizzato.
3 – Un immobile vuoto è privo di emozione, leva che influisce sulla decisione di acquisto.
Un immobile vuoto è solo una proprietà mentre uno staged è una casa.
4 – L’81% degli acquirenti trova più facile vedere l’immobile in vendita come loro futura casa quando è stato valorizzato ed allestito; dato rilevato da una ricerca della National Associations of Realtors.

Pochi punti ma essenziali dal punto di vista del mercato.
Tu cosa ne pensi?

Articolo liberamente tradotto
(1) Why empty homes don’t sell di Julea Joseph per Styled, Staged & Sold, blog by REALTOR® Magazine – 11 maggio 2015

fotografie e home staging by Julea Joseph

Annunci