Tag

, , ,

Il mercato immobiliare è in calo da anni. Nel 2014, però, si sarebbe visto un primo timido aumento delle vendite nel residenziale; l’osservatorio sul mercato immobiliare delle Entrate registra infatti un + 4% rispetto al 2013.
Il dato è comunque lontano da quello del 2006, anno in cui si sono registrate 869 mila transazioni contro le 417.524 dello scorso anno.
Se da un lato le transazioni sono in graduale ripresa, dall’altro le quotazioni sono in fase calante un –20% (dato medio riferito al residenziale “medio usato” e non per tutte le città).
Un altro dato significativo è la permanenza degli immobili sul mercato, da 6,1 mesi del secondo trimestre del 2009 a 9,5 mesi degli ultimi due trimestri del 2014.

Perché non si vende?
L’indagine (1) condotta dalla Banca d’Italia in collaborazione con Tecnoborsa e Agenzia delle Entrate presso un campione di agenzie immobiliari ha messo in evidenza i tre punti principali:
– Rimane alto il divario tra domanda ed offerta
– Difficoltà di accesso ai mutui
– Tempi di permanenza sul mercato lunghi

Questa situazione si riflette sulle agenzie immobiliari alle quali spesso non viene rinnovato il mandato a vendere oltre che vedere una riduzione dei loro compensi dovuti allo sconto sul prezzo di vendita, in media il 16% proprio in seguito alla lunga permanenza sul mercato.
Proprietari ed acquirenti attendono tempi migliori; i primi che il mercato risalga, i secondi che continui a scendere.
Questa la fotografia dell’attuale mercato immobiliare.

Come si colloca in tutto questo l’home staging?
Come una nuova strategia di marketing, capace di ridurre i tempi di permanenza sul mercato e di ridurre il tasso di sconto (vedi il post “I numeri dell’home staging“).
Una strategia che si aggiunge a quelle che le agenzie mettono in atto per cambiare e per fronteggiare la situazione del mercato immobiliare.
Tutto questo emerge, anche, dal sondaggio di Raffaele Racioppi “Agente Immobiliare 2015”, e riportato nell’articolo “L’agente immobiliare che supererà la crisi? Multiservizi, social e aggiornato” de Il Sole 24 Ore “Le agenzie immobiliari dovranno diventare sempre più multidisciplinari – così la pensa quasi l’80% di chi ha risposto – offrendo innanzitutto servizi di consulenza al credito (fondamentali per il 29,4% degli intervistati, a cui si aggiunge il 49% che li giudica molto o abbastanza improntanti), ai quali si affiancano – in termini di “popolarità” – servizi sui fronti della gestione del patrimonio immobiliare, degli interventi di ristrutturazione, ma anche di home staging (cura dell’immagine di case in vendita o affitto).” (2)
Sono sempre di più, infatti, le agenzie che ricorrono all’home staging e lo consigliano ai propri clienti!

Vuoi unirti a loro?
I dati forniti sono stati tratti da Il Sole 24 Ore, Focus Città di Casa 24 Plus
dagli articoli di Casa 24 Plus n.74 del 16.03.2014 tra cui “Casa, da Roma a Milano il catalogo degli affari”  e da  “Bankitalia: aumentano le compravendite, ma prezzi ancora giù

(1) Sondaggio trimestrale che viene svolto dal 2008
(2) “L’agente immobiliare che supererà la crisi? Multiservizi, social e aggiornato

Annunci