Lo scopo dello staging è quello di emozionare, di creare il famoso “effetto wow”, di far desiderare al potenziale acquirente quella casa …

Sul mercato troviamo molti appartamenti vuoti che, come già detto, hanno più difficoltà ad essere venduti/affittati; sono nuovi, oppure datati e a volte un po’ tristi.
L’home Stager ha tutti gli strumenti per trasformare un immobile vuoto in uno dall’effetto wow, ma spesso deve far fronte a budget ridotti.

Certo è che la famosa casa della nonna è una bella sfida per tutti!
Non si può contare su delle belle finiture al passo con i tempi, gli anni hanno lasciato il segno e il potenziale acquirente vedrà solo quanti lavori ci sono da fare!
Come intervenire su di un immobile vuoto?

Tra gli Stager ci sono più scuole di pensiero.
Ci sono i “puristi” dello staging per i quali gli immobili vanno arredati ed allestiti perché solo così si può emozionare e trasmettere il calore di una casa.
Ci sono i “creativi” il cui pensiero è che possono bastare pochi elementi o arredi per suggerire la destinazione funzionale della stanza e per creare uno spazio piacevole che catturi l’attenzione.
Poi ci sono i “virtuali” che pensano che il render può essere la soluzione perfetta, si mostra all’acquirente come potrebbe essere la casa una volta sistemata ed arredata.

Quello che però accomuna tutti gli Stagers è l’intraprendenza, la professionalità, l’uso della creatività ed il saper sempre trovare la soluzione più adatta per raggiungere lo scopo che è, non dimentichiamolo, vendere/affittare presto e bene.
E voi siete puristi, creativi o virtuali?


Per leggere altri articoli correlati:
Home staging e immobili vuoti
Immobili vuoti e mercato immobiliare. La proposta dell’Home Stager
Nuove tendenze: la casa si vende arredata
Velocizzare le vendite? L’immobiliare applica la formula cucina inclusa!”

Annunci