Tag

, , , ,

Gli immobili vuoti, secondo varie fonti, sono quelli che riscontrano più difficoltà nel mercato immobiliare. Dati statistici elaborati sia per gli Stati Uniti che per alcuni paesi d’Europa mostrano che l’80% delle case arredate e ben allestite si vendono prima di quelle vuote e trascurate.
Non sempre, però, l’Home Stager chiamato a valorizzare al meglio un immobile si trova davanti un proprietario disposto ad investire per arredarlo.
Che fare in questi casi?
L’articolo “Fotografare immobili vuoti” di realestatecreativity, rivolto ai fotografi, viene in aiuto con dei suggerimenti, ecco alcuni dei punti salienti;

“[…] Il rischio in tale eventualità è di pubblicare una serie di foto che ritraggano un muro con una finestra.
Come procedere in questi casi allora?
[…] Se si hanno a disposizione anche solo pochi banali oggetti, è bene porli con gusto almeno nell’ambiente principale per dare un’indicazione dello spazio e per attrarre comunque l’attenzione del potenziale cliente che scorre velocemente gli annunci in rete o in vetrina. Ad esempio, con una sedia o una poltroncina, una lampada a stelo e un tavolino da caffè, magari completato da un paio di libri o da una tazza, si può comporre la cosiddetta “vignetta” in un angolo della stanza principale scaldando così l’ambiente.
Molto si può fare comunque anche con minori mezzi, ad esempio un tappeto abbastanza ampio e colorato ed una pianta.
Nel caso in cui nemmeno questo sia possibile, bisogna cercare di valorizzare lo scatto analizzando molto bene l’immobile e determinandone almeno un elemento caratterizzante forte. Potrebbero essere le finiture ed allora alle foto generiche degli ambienti allegheremo le macro dei materiali; potrebbe essere la vista ed allora la illustreremo anche con foto che riprendano contemporaneamente sia l’interno delle stanze che lo scorcio dalla finestra; potrebbe essere un elemento particolare ed andremo a giocarci. […]
Si può dunque concludere che anche nei casi più “poveri” e difficili sia necessario semplicemente porre grande attenzione all’immobile al fine di individuarne i punti forti e valorizzarli – come sempre – con un po’ di fantasia e creatività!”

Dato che la fantasia e la creatività non mancano all’Home Stager nell’allestire le “vignette”, il punto di vista di un fotografo è molto interessante per affinare la tecnica e per poter poi scattare quelle fotografie che cattureranno l’attenzione del potenziale acquirente tanto da fargli fissare un appuntamento.
A volte “nei casi più “poveri” e difficili” non si può contare sulla collaborazione di un fotografo professionista e quindi saper cogliere le inquadrature e magari catturare una buona luce sono aspetti molto importanti per valorizzare al meglio gli immobili vuoti.
La foto è risultato di alcuni scatti di prova fatti cercando di mettere in pratica i consigli ed ipotizzando che questo potesse essere un possibile incarico … non essendo un fotografo professionista continuerò a sperimentare!

Per leggere tutto l’articolo http://realestatecreativity.wordpress.com/2013/04/22/fotografare-immobili-vuoti/

Annunci