Arredare l’ufficio in casa

Tag

, , , , , , , , ,

Arredare l’ufficio in casa; lavorare da casa è diventato per molti una modalità più o meno continuativa. L’incerto quadro sull’andamento del virus fa sì che questa venga vista come una concreta possibilità anche per il futuro.

Il passaggio dunque da una situazione temporanea ad una più stabile rende necessario riorganizzare lo spazio disponibile nella propria abitazione. Necessità che in alcuni casi deve far fronte anche all’esigenza di partecipare a video riunioni. L’ambiente al contorno, in queste occasioni, deve quindi essere più formale.

Vediamo come poter organizzare un home office quando non si ha a disposizione una stanza da adibire a questa funzione.

Arredare l’ufficio in casa

La posizione ideale sarebbe un angolo della casa ben illuminato e dotato di una certa riservatezza.

Se l’esigenza è anche quella di partecipare a video riunioni occorre prestare attenzione a ciò che inquadra la telecamera.

La postazione può avere dimensioni contenute quando non si ha la necessità di archiviare molti documenti. In questo caso oltre al soggiorno, l’home office può trovare posto anche in un disimpegno oppure in camera da letto.

Da non sottovalutare anche il sottofinestra, qualora fosse possibile. Si potrà così beneficiare di una vista sul verde o sulla città.

Gli elementi d’arredo base sono un tavolo o una scrivania e una sedia ergonomica o comunque comoda. Per migliorare il comfort è utile una fonte di luce diretta come una lampada da tavolo.

Si possono poi aggiungere mensole ed elementi contenitore per i documenti e per quanto necessario allo svolgimento o all’organizzazione del lavoro.

Il mercato propone anche soluzioni più strutturate con sistemi d’arredo che offrono la possibilità di integrare la postazione lavoro all’interno di composizioni per la zona giorno o notte.

Per quanto riguarda lo stile dell’ufficio in casa, si può scegliere se adeguarlo al resto della casa oppure giocare sui contrasti.

Come ad esempio un tavolo vintage con una seduta di design o moderna.

Per separare idealmente le due funzioni, lavoro e casa, si può ricorrere all’uso del colore, di complementi d’arredo o di tappeti.

L’home office oltre ad essere uno spazio operativo e confortevole può essere anche esteticamente piacevole. Si può, quindi, scegliere di inserire qualche elemento decorativo oppure dell’oggettistica.

Che ne pensi di queste soluzioni? Ne hai trovata una adatta alle tue esigenze?

Foto Pinterest: Regardsetmaisons, HomeDesigning, Refinery, Le Petit Fika, Home fashion, kiklo-tumblr, Alf Da Frè1, Alf Da Frè2, fabdecormania, passionshake, Ph-D Revollo, Wall&Decò, Homes to love, Stylizmo

I colori dell’autunno 2020

Tag

, , , , , , , , ,

Quali saranno i colori dell’autunno 2020?

Come ogni anno andiamo a curiosare tra quelli che propone Pantone ispirandosi alle passerelle di New York. Palette composte da colori di tendenza a cui si aggiungono i classici.
La nuova palette autunno/inverno 2020/2021 propone colori vivaci e intramontabili.

Arching - architettura-interni

Tra le tonalità tipiche dell’autunno troviamo un caldo arancione come Amberglow, il rosso intenso di Samba, l’elegante bordeaux di Fired Brick ed un vivacissimo giallo-verde come Green Sheen.
Il colore dell’anno Classic Blue riconferma la sua presenza. Per l’autunno 2020 il verde è rappresentato da Ultramarine Green, una particolare nota di verde tendente al blu.
Per chi ama le nuance chiare l’istituto propone Sandstone e Peach Nougat
Immancabile il rosa con una sfumatura tenue come Rose Tan ed il viola con Magenta Purple.
Tra i classici vengono proposti l’avorio di Almond Oil, il sobrio Blue Depths, l’intramontabile grigio con Sleet e il verde di Military Olive. Questi colori che possono essere utilizzati per stemperare le cromie più vivaci oppure esaltare alcuni abbinamenti.

I colori dell’autunno 2020

Dalle passerelle ai luoghi dell’abitare, ecco come utilizzare i colori moda dell’autunno in casa.
Alcune nuance possono essere impegnative per gli interni ma opportunamente dosate sono in grado di dare vita ad ambienti suggestivi ed eleganti.

Tra i colori brillanti Pantone propone Amberglow, una tonalità luminosa di arancione.
Utilizzato in un ambiente dalle nuance neutre crea un’atmosfera calda ed accogliete. Come elemento dominante può, invece, dare carattere ad uno spazio.

Il giallo è uno dei tipici colori dell’autunno e l’Istituto del colore ha scelto per il 2020 Green Sheen.
Una tonalità molto vivace di giallo tendente al verde.
Per gli interni è impegnativo ma può essere la nota di colore per ravvivare o illuminare una stanza.

Rimanendo sulle tonalità che in natura colorano la stagione autunnale, la proposta è Samba.
Un rosso intenso che può essere utilizzato per enfatizzare un elemento della stanza o creare un punto focale.

Chi preferisce nuance più delicate può colorare i suoi spazi con Rose Tan. Un rosa antico che si abbina bene sia ai colori neutri che a quelli più vivaci creando ambienti eleganti o particolari.

Per dare un po’ di brio alla casa tra i colori dell’autunno di Pantone c’è Magenta Purple, un’affascinante sfumatura di viola.
Un colore che si presta ad accostamenti cromatici audaci o più sobri.

L’autunno si tinge anche di verde con Ultramarine Green. Una sfumatura di verde che tende al blu in grado di creare ambienti sofisticati ed eleganti.

Tra i colori più classici che Pantone propone per l’autunno c’è Blue Depths. Una tonalità intensa di blu per dare eleganza agli spazi sia per uno stile classico che più contemporaneo.

Per la prossima stagione una palette molto versatile con cromie vivaci e brillanti o più sobrie e tradizionali.

Qual è il tuo preferito tra i colori dell’autunno?
Quale sceglieresti da indossare o per rinnovare la casa?

Foto Pinterest: Riviera maison, Carta da parati degli anni 70, Live wallpaper, Blogg Skonahem, Floriane Lemariè, The Home Depot Mèxico, Homes Better, Architectural Digest, Rania Eslam, Crown Paints, Nicola Broughton, Ariyona Interior, La bottega di Amrita, B&B Italia

Buon agosto!

Tag

, , , , , , , , , , , ,

Agosto è arrivato; preceduto da mesi particolari sarà un agosto diverso dal solito.
Per alcuni è un mese di lavoro per altri il periodo da dedicare alla famiglia ed alle attività preferite.

Arching vi accompagna con qualche lettura girovagando tra stili, design e idee per l’abitare.
La casa oggi viene vista in modo diverso e puoi renderla più funzionale, adatta alle tue nuove esigenze, accogliente e confortevole.
Curiosando tra i vari articoli del blog magari troverai la soluzione perfetta per i tuoi spazi.

Questa stanza non ha più pareti: spazi flessibili per l’abitare contemporaneo
Home in black, la casa si veste di nero
Bay window; arredare le finestre
Arredare la casa in stile cozy
La tavola all’aperto
La casa in stile nordico
Balconi d’autunno
Arredare la zona pranzo
La casa in stile Urban Jungle

Se ti serve un consiglio personalizzato scrivi a
arching.hs@tiscali.it
per chiedere informazioni o preventivi gratuiti.
Arching ha la soluzione apposta per te!

Buon agosto!

arching-architettura-interni

Foto Pinterest: Sabonhome, Henry Domke, Lene Bjerre Design, Whiteflowerfarmhouse, Casatrechic, Design chic

 

Come arredare il sotto finestra

Tag

, , , , , , , , , , , ,

Come arredare il sotto finestra
La finestra spesso è vista come un limite per quanto riguarda l’arredamento. Ancora di più se associata al radiatore.
Cambiando prospettiva si possono, peró, trovare soluzioni che permettono di utilizzare anche questo spazio.
Gli ambienti si arricchiscono così di nuove scenografie e di particolari sia funzionali che esteticamente piacevoli.

Come arredare il sotto finestra

Alcune proposte sono diventate abbastanza usuali mentre altre risultano più nuove.
Per la cucina, ad esempio oltre al classico lavello sotto finestra, si può prevedere un piano snack. Una soluzione ideale quando non c’è spazio per un tavolo tradizionale.

Nella zona living il divano posto sotto la finestra crea una bella prospettiva.
Un mobile base o una madia permettono di sfruttare il sotto finestra come piano di appoggio e come vano utile al contenimento.

Questo spazio potrebbe essere utilizzato anche come libreria o come postazione home office. Soluzioni da personalizzare grazie anche a progetti su misura.

Per chi ha una bella vista, magari sul verde, il sotto finestra puó diventare un angolo relax, in stile hygge o cozy. Un angolo comodo ed accogliente dove bere una tazza di tè guadando fuori.

Con una poltroncina, una lampada e un piccolo tavolo ecco che il sotto finestra diventa il posto ideale dove leggere un libro.

Quando le dimensioni del davanzale sono importanti lo si può utilizzare come piano di appoggio rendendolo funzionale ed allo stesso tempo valorizzando la finestra e facendola diventare parte integrante del progetto d’interior.

E tu hai trovato qualche idea per arredate il tuo sotto finestra?
Vieni a curiosare su Pinterest, nella bacheca “Arredare il sotto finestra” troverai tanti altri spunti.

Foto Pinterest credits: 1. Whatever works, 2. Pass Archtekci, 3. Elisabeth Heier. 4. Maiju Saw, 5. La bottega di Amrita, 6. Pinterest, 7. Ombia, 08. Sense and serendipity, 09. Coco Lapine Design, 10. Decordots, 11. Hellos Home, 12. Coco Lapine Design

Arredare casa in stile cozy

Tag

, , , , , , , ,

Arredare casa in stile cozy
Cozy, è un nuovo vocabolo che si sente sempre più spesso.
Ma che cosa significa questa parola?
Il vocabolario lo traduce con “accogliente”, “confortevole”, “intimo”.
Nella sua accezione, il termine viene utilizzato per descrivere la sensazione di benessere che deriva dal trovarsi in un luogo confortevole, accogliente e piacevole.

ARREDARE LA CASA IN STILE COZY

Lo stile cozy è legato all’esperienza di abitare in ambienti caratterizzati dal confort e da un senso di serenità.
Se ti piace questo stile, ecco le linee guida per avere una cozy home.

I MATERIALI
I materiali giocano un ruolo molto importante, sono da prediligere quelli naturali come ad esempio il legno, i lini, le lane.
Il must per la casa cozy sono i tessuti, morbidi e caldi.
Cuscini, plaid, coperte, tappeti e pouf sono perfetti per rendere gli ambienti confortevoli ed accoglienti.

I COLORI
I colori più adatti per lo stile cozy, sono quelli chiari e neutri; beige, grigio, bianco, tortora e greige.
Tonalità che illuminano gli ambienti e che trasmettono calma e serenità.
Alle nuance neutre vengono abbinati i colori pastello, come il rosa e l’azzurro, utilizzati i tessili e l’home decor.

LE DECORAZIONI
Per creare la giusta atmosfera in una casa cozy non possono mancare alcune piccole decorazioni come candele, essenze profumate, lanterne, ceste in vimini e vasi.
Elementi che evocano alla mente la natura e la tranquillità.

LA LUCE
L’illuminazione contribuisce a creare l’atmosfera accogliente di una casa cozy.
L’ideale è utilizzare diverse tipologie. Sì quindi a lampade da terra o da tavolo.
La luce calda e soffusa rende gli ambienti confortevoli e si accompagna molto bene a quella di candele e lanterne.

Non resta che mettervi al lavoro per rendere la vostra casa cozy. Sarete così pronti a gustarvi l’atmosfera calda ed accogliete per l’arrivo dell’autunno e della stagione fredda.

Nella bacheca di Pinterest Stile cozy – cozy home  potete trovare altre immagini per trasformare la vostra casa in una cozy home.

Se volete approfondire l’argomento, questi sono alcuni testi:
Myquillyn Smith “Cozy Minimalist Home: more style, less stuff” (inglese)
Liz Marie Galvan “Cozy White Cottage: 100 ways to love the feeling of being home” (inglese)

Foto Pinterest: 1. One Kindesign, 2. Casa Vogue, 3. Sense & Serendipity, 4. happy happy nester, 5. Vsco, 6. Livinglikelola, 7. Pinterest, 8. Pinkwinget

Bay window, arredare le finestre

Tag

, , , , , , , , ,

Bay window, arredare le finestre

Il termine bay window, finestra a baia, indica un particolare elemento architettonico. La sua caratteristica è quella di essere una sorta di piccola veranda, in aggetto rispetto alla facciata ed integrata con l’ambiente interno. Il volume ha una pianta poligonale o rettangolare. Quando il profilo è curvilineo, prende il nome di bow window, finestra ad arco.
Questo tipo di struttura deriva dall’architettura difensiva del medioevo ed è diffusa nei paesi nord europei ed anglosassoni.

Il bay window, è una soluzione architettonica che permette di ampliare gli spazi e aumentare l’illuminazione naturale degli ambienti. L’aggetto finestrato ha anche il pregio di dare una maggiore visuale sull’esterno e di creare ambienti molto suggestivi.
L’elemento classico è stato declinato anche in forme più moderne e contemporanee senza perdere il suo fascino.

Bay window, arredare le finestre

Questo elemento architettonico viene arredato in differenti modi in base alle sue dimensioni.
Con un divano diventa un luminoso soggiorno. Se la seduta è realizzata su misura si integra perfettamente con la struttura architettonica.

Il bay window si trasforma in una intima zona pranzo con vista sull’esterno accogliendo sedie e tavolo.

Opportunamente arredato, ed arricchito da morbidi cuscini e tessuti, diventa un’accogliente area relax o spazio lettura. Molti lo definirebbero “cozy” o “hygge”, ovvero confortevole e rilassante, perfetto per un momento di pausa e dedicato a sé stessi

ll bay window non è un elemento comune nella nostra architettura, ma con un po’ di creatività è possibile realizzare un angolo accogliente beneficiando di una vista sull’esterno e tanta luce.
L’effetto si può ricostruire, ad esempio, creando una nicchia dando spessore alla parete.

Oppure mettendo degli arredi davanti ad una vetrata e usando il colore per accentuarne la percezione.

Soluzioni più semplici, che richiamano il bay window, si possono ottenere arredando una finestra.
Ed ecco il nuovo piano polifunzionale per la cucina o la postazione smart working così necessaria oggi.

A te piacerebbe un angolo così nella tua casa?
Vieni a curiosare su Pinterest, troverai tanti altri spunti nella bacheca Bay window

Foto Pinterest credits: 1. Etsy, 2. Enkomia, 3. Dayli dream decor 4. Gloodecor, 5. Bright Design, 6. Architectural Digest, 7. Design Homemade, 08. Gemma Ahern, 09. Carney Logan Burke Architects, 10. Krads, 11. Guillaume Terver, 12. Futurist Architecture, 13. Gieves Anderson photographer, 14. Pinterest

Home in black, la casa si veste di nero

Tag

, , , , , , , , , ,

Home in black, la casa si veste di nero. La definizione di total white ormai è entrata nel gergo comune ed anche in molte case. Chi ama il bianco ha trovato in questo stile il suo mood ideale.
E per chi ama il nero?
Anche il nero ha il suo fascino e una casa in black ne ha molto. Certo non è una casa per tutti e richiede una certa attitudine a convivere con questo colore.
L’utilizzo del nero abbinato ad arredi importanti richiama lo stile gotico. Uno stile dai tratti cupi e tetri. Ma oggi è possibile stemperare questa atmosfera facendo ricorso ad elementi dallo stile minimal.

Home in black, la casa si veste di nero.

La casa in nero può essere declinata in diversi modi. L’accostamento del colore con i diversi materiali porta alla costruzione di ambienti di carattere e dagli effetti scenografici molto particolari.
Il nero si adatta perfettamente sia allo stile classico che a quello contemporaneo e risulta sempre molto elegante e raffinato.
Usandolo sia sulle pareti che sugli arredi si ottiene un total black style dall’effetto davvero suggestivo.

Abbinando il nero con elementi di arredo vintage o antichi si ottengono ambienti senza tempo di grande charme.

Con l’acciaio e il ferro si è subito trasportati all’interno di un loft contemporaneo o dal sapore old style.

Se il nero può essere percepito come tetro e freddo unito al legno è in grado di creare atmosfere accoglienti.

Un colore inusuale per una camera da letto ma che permette di creare soluzioni di design.
Un look reso più leggero con l’utilizzo del grigio o di un pavimento in legno.

Il bagno si veste di nero. Essenziale ed elegante in stile minimal e chic con elementi che riprendono il design d’altri tempi.

Il nero, come tonalità predominante in un ambiente, è impegnativo ma opportunamente dosato può essere usato per creare un punto focale in una stanza o per dare carattere ad una zona della casa.

E tu che ne pensi, ti piacerebbe il nero per la tua casa?

Vieni a curiosare su Pinterest nella bacheca Colori sezione Nero-Black troverai tanti spunti per la tua casa in nero Home in black

Foto Pinterest credits: 1. AtzeC, 2. Katarina Kunze, 3. Theunstitchd 4. GRT Architects, 5. Very Victoria, 6. Nowarc, 7. Kitchendesine, 08 Pinterest, 09. Behance, 10. Lapalma Design, 11. Interior break, 12 myliving-interiordesign, 13. Bathroom, 14. Catchpole & Rye 15. Design mag, 16. Ylab Arquitectos

Arredare con gli specchi, 6 modi per utilizzarli

Tag

, , , , , , , , ,

Arredare con gli specchi, questi elementi sono molto versatili ed un utile supporto per dare alla casa un nuovo aspetto.
Gli specchi si posso utilizzare sia come elemento architettonico, per modificare la percezione degli spazi, che come elemento decorativo.
Funzionalità e home decor in un unico complemento d’arredo.

Arredare con gli specchi

Gli specchi si adattano bene ad ogni tipo di stile, dal contemporaneo a al classico.
Ecco 6 suggerimenti per arredare la casa con questo complemento.

1. Ingrandire gli spazi
Gli specchi sono spesso utilizzati nei progetti per aumentare visivamente le dimensioni degli spazi.
Opportunamente posizionati danno più respiro e profondità a piccoli ambienti aumentandone il senso di ampiezza.

2. Aumentare la luminosità
Attraverso il gioco dei riflessi è possibile aumentare la sensazione di luminosità in aree buie o in ombra della casa.

3. Le scenografie
Studiando attentamente inquadrature e riflessi gli specchi sono anche un ottimo complemento per creare delle scenografie domestiche

4. Decorare le pareti
Con questi complementi è possibile decorare le pareti. Disponendoli in combinazioni di diverse forme o misure si ottengono soluzioni molto gradevoli e di effetto.

5. Valorizzare gli ambienti
Gli specchi si prestano bene per valorizzare gli ambienti o piccole aree della casa e dare loro carattere

6. Elemento di stile
Questo complemento si adatta ad ogni ambiente. Lo si può usare per rafforzare lo stile dell’arredamento oppure a contrasto.
Le cornici importanti ne esaltano la presenza facendone un vero arredo.
Un semplice profilo lo rende perfetto per completare l’arredamento.

Tra queste proposte hai trovato quella fa per te e per la tua casa?

Credits foto: 1. Meridiani, 2. Pappery, 3. e 4. Pianeta Design, 5. Inside Closed, 6. My domaine, 7. Las Kasas, 08 Tim Evan Cook, 09. Home Designing, 10. Remodelista, 11. Awe Some Home, 12 Chic decor, 13. Pinterest, 14. Shabby Italia

Questa stanza non ha più pareti; spazi flessibili per l’abitare contemporaneo

Tag

, , , , , , , , , , ,

“Questa stanza non più pareti”, dalla nota canzone alla realtà.
L’abitare contemporaneo rispecchia i cambiamenti della società e dei suoi ritmi.
I nuovi stili di vita richiedono spazi flessibili.
Si sono così fatte strada soluzioni che permettono di adeguare gli ambienti alle differenti esigenze temporanee di chi li abita.
Soluzioni che permettono di chiudere e aprire, di allargare una stanza oppure di creare privacy.
Nella concezione degli spazi flessibili le pareti tradizionali in muratura diminuiscono. Al loro posto pareti mobili, pareti scorrevoli, tende, arredi e quinte.
Elementi che si adattano sia agli spazi di piccole dimensioni che a quelli di taglia XL.

Spazi flessibili per l’abitare contemporaneo

Smartworking, metrature contenute e dinamiche familiari sono solo alcuni dei fattori che richiedono spazi da modificare all’occorrenza.

La cucina è sicuramente uno dei primi ambienti a cui si pensa parlando di spazi flessibili e soprattutto quando si abita in un piccolo appartamento.
La possibilità di aprirsi o integrarsi con il soggiorno permette di disporre di una stanza più ampia e maggiormente fruibile. Ma è altrettanto utile poter chiudere lo spazio strettamente funzionale.
Il mercato propone soluzioni diverse, pareti scorrevoli opache, porte e pareti in vetro, oppure cucina a scomparsa (box kitchen).

Anche le dinamiche lavorative sono cambiate e con lo smartworking è nata l’esigenza di avere in casa uno spazio dedicato ad ufficio.
Soluzioni che separano senza appesantire se si ha un piccolo spazio dedicato oppure un home office che scompare all’interno di un armadio a muro.

Nella logica degli spazi flessibili rientra anche l’ottimizzazione degli spazi. Si limitano quelli inutili come disimpegni, corridoi e ingressi legati ad una concezione più tradizionale di casa e di abitare.
Così, ad esempio, l’ingresso si integra con il soggiorno e utilizzando delle schermature diventa un ambiente funzionale.

A volte flessibilità ed estetica si uniscono. La lavanderia trova la sua collocazione nel bagno, sempre più concepito come area benessere, senza essere visibile.
Oppure scompare all’interno di un disimpegno reso più funzionale da porte scorrevoli.

Pareti non pareti che separano, uniscono e arredano.

Soluzioni personalizzate per rendere la casa sempre più a misura di chi la abita.
Tu cosa ne pensi di queste soluzioni?

Credits foto: 1. Studio Tenca, 2. Covet house, 3. Dada, 4. Warendorf, 5. Est Magazine, 6. Myblogdecò.fr, 7. bvd.co.il, 08 Findhousingsupport.ga, 09. Tol’ko, 10. Babyroomcolor, 11. Essahouzz, 12 Sarah Lavoine, 13. Urban Soul Project, 14. B&B Italia, 15. Design Magazine

Come arredare con i vasi

Tag

, , , , , , , , , , ,

Hai mai pensato che i vasi possano essere considerati veri e propri elementi di arredo?
Un vaso, per dimensioni, forma, colore o materiale, può essere trasformato nel punto focale di uno spazio, può valorizzare un angolo della casa o dare carattere ad un ambiente.
Coordinato con il mood della casa e completato da piante o composizioni floreali è un prezioso alleato per creare le scenografie dell’abitare.

Le dimensioni e le proporzioni dei vasi d’arredo hanno un ruolo fondamentale.
Possono essere maxi e quindi diventare protagonisti dello spazio che li ospita o che si intende valorizzare.

Si può giocare su combinazioni di vasi con altezze e dimensioni diverse.

Vasi in stile minimalista, industriale, nordico o urban jungle.

Vasi d’arredo anche per valorizzare gli eterni estendendo la casa oltre i confini delle pareti.

Dalle grandi dimensioni a quelle più contenute.
Per circondarsi di bellezza e profumi si possono arricchire, con vasi in cui disporre fiori, console, tavoli e tavolini.

Composizioni eleganti e raffinate ma anche divertenti e allegre.

Il mercato offre infinite soluzioni per soddisfare il personale stile e gusto di ognuno.
E tu hai mai pensato di arredare con i vasi?

 

Credits foto: 1. Adam Robinson Design, 2. Hiroko Style Models Boutique, 3. Half Baket Harvest, 4. Meridiani, 5. Media Cache, 6. Home Prit, 7. Vintage Industrial Style, 08 Nord Design, 09. Design to Inspired, 10. Danger garden blogspot, 11. Finanskredisi, 12 District en rose, 13. Westwing now, 14. Atmine.com, 15. La bottega di Armita, 16. Wisuellablogspot.fi